Feng Shui
 

 

               

             

CONSIGLI

La casa

  • devi poterti muovere in casa senza dover fare “salti ad ostacoli”. Lascia che la casa respiri, così respirerai anche tu meglio

  • attento al disordine: disordine in casa porta disordine mentale. Buona regola per il feng shui è mantenere la casa sempre pulita e in ordine. Attenzione a polvere e ragnatele che sono l’anticamera del “ch’ì stangante”, ovvero della mancanza di respiro in casa nostra

  • ricordati il nome sul campanello di casa: la casa è il nostro corpo più grande e come noi abbiamo un nome, anche lei dovrebbe averlo

  • apri spesso porte e finestre per far circolare l’aria: un buon ricambio d’aria aiuta la casa a respirare meglio e quindi anche il nostro corpo fisico

Ingresso

  • la porta d’ingresso deve aprirsi bene e possibilmente per l’intero raggio. La nostra casa rappresenta il nostro corpo più grande e la porta la “bocca” attraverso la quale far entrare maggiore energia possibile (ch’ì)

  • se vivi in appartamento ricordati di cambiare spesso il tappetino dell’ingresso: serve per migliorare la considerazione che abbiamo della casa, ci dà il benvenuto e quindi ci aiuta ad avere maggiore considerazione di noi e del nostro spazio

  • evita la visione degli spigoli entrando in casa: gli spigoli sono fonte di “ch’ì tagliente”, ovvero di sensazione di disagio e di allontanamento

  • non mettere mai uno specchio di fronte alla porta d’ingresso. Entrando, ti puoi specchiare e il messaggio che ricevi è quello di “andartene”. Quindi viene a mancare l’accoglienza

  • L’ingresso di una casa deve sempre essere ben illuminato

Cucina

  • il colore ideale per la cucina è il giallo: colore della concretezza e della casa. La cucina è infatti un ambiente “yang”, vitale, energico; una stanza dove si “fa” (si cucina, si lava, si mangia…). Quindi sono da evitare i colori freddi, i colori yin (blu, celeste…) ma anche il rosso, che è un colore yang, non va bene, perché crea eccesso. Il colore adatto, oltre al bianco (considerato un non-colore) è appunto il giallo

  • Se avete problemi di sovrappeso evitate la cucina arancione perché attiva maggiormente lo yang e quindi fa ingrassare


Soggiorno

  • tutte le sedute (poltrone, divani, sedie di scrivania) non dovrebbero mai dare le spalle al “vuoto”. Questa situazione crea insicurezza che a lungo andare ci trasmette il messaggio di “luogo insicuro”

  • la posizione ideale per il divano è con le spalle al muro. Sedendoti devi riuscire a vedere bene la porta d’ingresso alla stanza

  • i colori ideali per il soggiorno, al pari dello studio e dell’ufficio sono il giallo, le tinte pastello di rosa, salmone, verde, giallo. Evitare il rosso che a lungo andare stanca troppo e il blu che invece rilassa troppo
     

 

Camera da letto

  • la posizione ideale del letto è questa: testata appoggiata al muro. Da distesi dobbiamo riuscire a vedere la porta d’ingresso alla stanza e, meglio ancora, anche le finestre

  • il colore ideale per la camera da letto è il blu/celeste e/o bianco. Evitare assolutamente il rosso, che è un colore yang, attivatore e quindi che va in contrasto con la natura della camera e anche il giallo, che comunque, anche se meno del rosso, ha caratteristiche yang.

  • Sono assolutamente da evitare comodini con gli spigoli che diano verso il letto. Gli spigoli sono fonte di “ch’ì tagliente” che inducono alla sensazione di pericolo imminente e tagliano appunto “l’energia vitale”. Lo stesso vale per gli spigoli di muri, armadi, mobili. Provate a distendervi sul letto, guardatevi attorno e osservate se ci sono spigoli che danno verso la vostra persona. In questo caso è bene “mascherarli” (se non è possibile evitarli), coprendoli

  • Evitate gli specchi in camera da letto. Sono fonte di energia yang, attivatrice e quindi disturbano il buon sonno

  • Evitare piante e oggetti in movimento in camera da letto. Sono fonte di energia yang, attivatrice e quindi disturbano il buon sonno

  • Se possibile in camera da letto non mettere oggetti lavorativi in mostra, come il pc, un libro aperto, la valigetta del lavoro. Per raggiungere un buon sonno è buona cosa estraniarsi da tutto ciò che riguarda “il giorno”, ovvero l’attività giornaliera

  • Per un buon rapporto di coppia evitare la separazione del letto, anche se solo con due materassi. A livello inconscio la divisione “materiale” viene percepita come la divisione della coppia. Preferite un letto unico, con un unico materasso e un unico lenzuolo

Camera dei bambini

  • Per la camera dei bambini potete scegliere tra il bianco, verde chiaro e celeste. Evitate assolutamente il rosso che è un colore attivatore e quindi induce al nervosismo e il giallo

  • Evita letti a castello e letti “a ponte”. Entrambi sono fonte di “ch’ì opprimente”, ovvero di energia che opprime. A lungo andare chi dorme sopra o sotto un letto a castello o sotto un letto a ponte (quei letti incastrati dentro gli armadi o con sopra gli scaffali) può percepire sensazione di “pericolo” e quindi riversare questa sensazione sul resto della casa

Bagno

  • ricordati di abbassare sempre la tavoletta del wc. E’ importante per evitare che il ch’ì (l’energia della casa) se ne vada inutilmente

  • il colore ideale per il bagno è il verde. Infatti, secondo la teoria dei cinque elementi, in bagno c’è troppa “acqua” e quindi è bene riequilibrarla con il legno, rappresentato dal colore verde, ma anche dagli accessori in legno e dalle piante

  • se le piastrelle del bagno sono blu o rosa vanno bene lo stesso, ma occorre inserire molto “legno”, ovvero accessori in legno e piante

Scale

  • se la nostra casa rappresenta il nostro corpo più grande, le scale sono la “lingua” che portano il ch’ì dal basso verso l’alto. Preferite scale comode, facili da salire, ben illuminate. Evita scale a chiocciola e senza alzate: le prime creano vortici di insicurezza; le seconde creano instabilità che a lungo andare si trasmette al resto della casa

Giardino

  • se possiedi un giardino, tienilo sempre ben curato. L’esterno è il primo messaggio che riceviamo dalla nostra casa e dovrebbe essere un messaggio di “benvenuto”

Ufficio

  • la posizione corretta della sedia e la scrivania è questa: la sedia deve appoggiare ad una parete e seduti con la scrivania davanti dobbiamo riuscire a vedere la porta d’ingresso dell’ufficio e/o della stanza dove lavoriamo

  • i colori ideali per lo studio e/o ufficio sono il giallo, il pastello nelle tinte di rosa, rosato, salmone, verde, giallo. Evitare il rosso che a lungo andare stancherebbe troppo e il blu che invece rilasserebbe troppo

 

 

Home page   |   Chi Siamo  |   Corsi   |   Feng Shui   |   Negozio OnLine   |   Links   |   Contatti
Copyright 2003-2007 © Living Feng Shui. All rights reserved.